Pinacoteca di Brera
Biblioteca Nazionale Braidense
ITA | EN

La Biblioteca Nazionale Braidense a casa tua.

ITA | EN

Irina Klimov
legge Dr Ouch
di Korney Chukovsky

La storia di un veterinario che viaggia dalla Russia all'Africa per salvare gli animali della giungla.

Kornej Čukovskij

(San Pietroburgo, 31 marzo 1882 – Mosca, 28 ottobre 1969)
La sua fama è legata, soprattutto, ai racconti in versi per bambini, che hanno per protagonisti gli animali. La sua prima fiaba in versi “Il Coccodrillo” – risale al 1916. Altre fiabe molto popolari: “La Mosca Chiacchierina”, “Lo scarafaggio”, “Il Dottore Ajbolit”, “Il telefono”, “Lavati fino a consumarsi”.  Le sue fiabe, come le opere di Lewis Carroll, sono basate spesso sul nonsense. Sebbene le favole siano state scritte in età giovanile, prima cioè della Rivoluzione d’ottobre, furono intese nell’Unione Sovietica degli anni trenta come opere satiriche anticomuniste, bollate come “diffamanti nei confronti dello stato sovietico” per cui rimasero nell’elenco delle “opere non soggette alla distribuzione e commercializzazione nelle librerie” fino al 1981.

 

Irina Klimov

È una famosa attrice russa del cinema e della televisione, del Teatro Mossovet, cantante pop e produttrice cinematografica.

 

C’era una volta nella biblioteca

Per tutti i bambini del mondo
Era nel cuore della città, in un palazzo chiamato Brera. Era una grandissima biblioteca, fondata dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria molti anni fa.
La biblioteca era piena di tesori: libri rari, preziosi manoscritti, lettere, mappe e disegni. Era una biblioteca molto importante per studiosi, studenti e l’intera città. Ma un giorno una nuvola scura di malattia arrivò nel paese e tutte le scuole, i musei, i teatri e persino le biblioteche dovettero chiudere le loro porte.
Era un periodo molto desolante, in cui tutti dovevano rimanere a casa, soli, preoccupati e persino un po’ spaventati. Ma proprio come i manoscritti non bruciano, le biblioteche non si fermano, anche quando le porte sono chiuse. Così questa biblioteca decise che, se le persone non potevano venire in biblioteca, la biblioteca sarebbe andata da loro. Pensò a tutti i bambini bloccati a casa impossibilitati ad andare a scuola e iniziò a leggere.

James M. Bradburne, direttore generale della Biblioteca Nazionale Braidense e della Pinacoteca di Brera