Pinacoteca di Brera
Biblioteca Nazionale Braidense
PRENOTA ORA
ITA | EN

La Biblioteca Nazionale Braidense a casa tua.

PRENOTA ORA
ITA | EN

Centro Internazionale di Ricerca della Cultura dell’Infanzia

Alla Biblioteca Braidense il Centro Internazionale di Ricerca della Cultura dell’Infanzia progetta il futuro

Numerose iniziative per tutto il 2021 a difesa della creatività, dell’immaginazione e della competenza dei bambini: dal 20 aprile on line tutorial di bookmaking, realizzati con il collettivo Libri Finti Clandestini ogni mese sul sito www.bibliotecabraidense.org

L’infanzia non è mai stata così importante come adesso. Dopo la rottura, la dislocazione e l’isolamento di oltre un anno di lotta contro la pandemia COVID-19, è il momento di guardare all’infanzia, non solo come un momento critico per il futuro, ma come una fonte di nuove idee, nuove prospettive e nuove iniziative. Nel novembre 2020, la Biblioteca Nazionale Braidense ha avviato la creazione di un Centro di ricerca con una importantissima missione: conservare, studiare e comunicare l’esperienza dell’infanzia e i valori di curiosità, creatività e apprendimento. Un impegno a difendere la competenza, l’immaginazione, l’ambizione, i desideri e i diritti umani fondamentali dei bambini.

Circi-visual

Le principali risorse bibliografiche della Biblioteca Braidense includono la Collezione Adler, recentemente acquisita, di libri sovietici per bambini; la vasta collezione di periodici degli anni ‘30 e ‘40; la collezione di oltre 5.000 libri italiani per bambini.
La Biblioteca sosterrà progetti che esprimono la missione del Centro per contribuire alla comprensione di ciò che è (ed è stata) la letteratura per l’infanzia. In particolare si interesserà al cambiamento dei testi e dei linguaggi per l’infanzia in diversi periodi storici e diverse tradizioni culturali, al ruolo della letteratura per l’infanzia nello sviluppo intellettuale, emotivo e sociale dei bambini e dei giovani, compresi i modi in cui i bambini si impegnano con vari tipi di testi: romanzi, poesia, saggistica e libri informativi, libri illustrati, graphic novel, film, giochi, testi interattivi (a stampa e digitali) e multimedia.

Oltre alla mostra Tempi Terribili; libri belli in Biblioteca fino al 10 aprile, per il 2021 e per i prossimi anni il Centro ha avviato i seguenti progetti:

• Da aprile 2021
Tutorial sull’arte del libro. Una delle vittime dell’esplosione della cultura digitale è la consapevolezza e l’apprezzamento del libro come oggetto. Insieme al collettivo di artisti Libri Finti Clandestini, dal mese di aprile 2021 il Centro creerà una serie di tutorial online di bookmaking – uno al mese a partire dal 20 aprile – oltre a ospitare laboratori pratici di bookmaking, rilegatura e illustrazione del libro, tutti utilizzando la carta trovata in giro. Rivolti a tutte le età, i laboratori re-introducono i partecipanti alla materialità del libro, all’odore dell’inchiostro e alla consistenza della carta, come mezzo per riaffermare il valore del libro stampato.

• Autunno 2021
Catalogo della Collezione Adler.
Nell’autunno 2021 l’editore Corraini pubblicherà il catalogo della collezione Adler, basato sulla mostra Tempi Terribili; libri belli. Il catalogo, completamente illustrato, sarà un punto di riferimento per il settore, includendo una collezione estremamente rara di opere in ucraino.

• Giornata di studio – Architettura e cultura sovietica.
Sempre in questo autunno, in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut/Max Planck Institute, la Biblioteca Braidense ospiterà una giornata di studio internazionale per approfondire i temi della prima architettura sovietica e del Modernismo, ampiamente illustrati nella collezione Adler. Organizzato da Federica Rossi, il convegno esaminerà le discussioni sulla prima architettura moderna e contemporanea russa in un contesto storico più ampio.

• International Board on Books for Young People (IBBY) 2021/Mosca.
In occasione dell’IBBY 37, 10-12 settembre 2021 che ha come tema i libri per ragazzi sovietici, e del 70° anniversario della pubblicazione del libro più noto di Gianni Rodari, “Cipollino”, Brioschi editore e EKSMO hanno indetto un concorso internazionale per creare una copertina di ispirazione avanguardista per una nuova edizione bilingue russo/italiana di “Cipollino”. Le opere vincitrici saranno esposte all’IBBY nel settembre 2021, nel contesto di una mostra che include opere selezionate dalla Collezione Adler e un progetto di storia orale sviluppato dal Centro in collaborazione con la Biblioteca Statale Russa per raccogliere i ricordi dell’accoglienza di Gianni Rodari in Unione Sovietica.

• Progetti annuali
• Traduzioni/ripubblicazioni.

Con il sostegno di uno sponsor privato, il Centro tradurrà nei prossimi anni tutti i libri della collezione Adler. In collaborazione con Corraini editore, ogni anno saranno pubblicati in italiano e in inglese cinque dei più interessanti volumi, oltre a occasionali edizioni in facsimile nel caso di libri interattivi o fai-da-te.

Ritorno al futuro – Le lezioni della prima pedagogia sovietica e la cultura dell’infanzia. Gli anni turbolenti immediatamente successivi alla rivoluzione russa furono anche quelli di una rinnovata e intensa concentrazione sull’infanzia. Utilizzando la collezione Adler come riferimento, il progetto di ricerca mira a riunire le varie iniziative innovative che hanno caratterizzato gli anni ‘20 e i primi anni ‘30 nella neonata Unione Sovietica: il teatro per bambini, i parchi giochi, i mobili per bambini, la progettazione di scuole e asili, così come la letteratura, la musica e la danza per bambini. Un approccio olistico cercherà di collegare le innovazioni in atto in Unione Sovietica con progetti simili in Italia, nella Repubblica di Weimar, in Inghilterra e in America.

Senza parole.
La ricerca ha dimostrato che i libri illustrati senza parole possono avere un profondo impatto sull’apprendimento della prima infanzia, specialmente se si parla di nuovi cittadini, di comunità che vivono in periferia o con difficoltà di accesso al sistema scolastico tradizionale. Questo progetto combina ricerca, interazione e pubblicazione per creare libri senza parole, basati sulle storie raccontate dai bambini stessi.

• Rivista CIRCI.
Al fine di creare una piattaforma di lavoro condivisa, il Centro pubblicherà ogni anno, insieme a Corraini editore, una rivista di attività a stampa e online, con saggi, articoli critici, racconti, illustrazioni, poesie, storie orali, recensioni di libri e traduzioni. Ogni numero includerà anche le statistiche sulla rappresentazione nell’editoria per bambini, compilate da The Book Initiative, uno dei partner del centro.

 

DOCUMENTI CORRELATI

COMUNICATO STAMPA
CARTELLA STAMPA CON IMMAGINI